Gestione dei rischi (corporate governance)

Il Consiglio di Amministrazione riceve trimestralmente dal servizio Risk Control un rapporto con informazioni in merito ai maggiori rischi ed ai principali controlli effettuati durante il trimestre. Il Consiglio di Amministrazione rivede almeno annualmente i principi che regolano la «Politica del rischio».

L’esposizione ai rischi di credito è regolata da un sistema di limiti interni, stabiliti secondo criteri orientati ad estrema prudenza, ed oggetto di sorveglianza permanente. Le competenze, i limiti e le percentuali di anticipo per la concessione dei crediti sono stabiliti dal «Regolamento d’organizzazione» e dalla «Politica del rischio» della Banca. I crediti nei confronti della clientela sono prevalentemente garantiti da valori mobiliari depositati presso la Banca. L’esposizione verso altri istituti bancari è limitata a controparti primarie. La politica del rischio non prevede l’assunzione di posizioni verso paesi a rischio, senza preventiva autorizzazione da parte del Consiglio di Amministrazione.

Anche l’assunzione di rischi di mercato è regolamentata dalla «Politica del rischio». In particolare si segnala che la Casa Madre ha investimenti importanti in fondi non tradizionali («hedge funds e funds of hedge funds»). Il rispetto dei limiti in investimenti soggetti a fluttuazioni di corso e il rischio derivante da posizioni in divise estere sono controllati costantemente. L’esposizione al rischio di tasso d’interesse è marginale ed è principalmente legata agli investimenti in obbligazioni.

L’attività di bilancio delle affiliate è limitata alla gestione della propria liquidità ed è sorvegliata costantemente dalla Casa Madre. Il rischio di liquidità è collegato alla potenziale incapacità della Banca di rispettare gli impegni di pagamento alla loro scadenza. Mensilmente la Banca calcola il Liquidity Coverage Ratio (LCR) e trimestralmente esegue degli stress tests allo scopo di individuare situazioni potenzialmente critiche. I requisiti regolamentari di liquidità LCR e di liquidità di cassa (Ordinanza sulla Banca nazionale) sono debitamente controllati. La gestione del rischio di liquidità è regolamentata da una specifica direttiva interna.

L’insieme delle procedure di controllo, la separazione delle funzioni e le direttive interne consentono di limitare i rischi operativi. Il servizio Risk Control ha il compito di identificare, inventariare, valutare e monitorare i rischi operativi.

Per quanto concerne la gestione dei rischi legali, reputazionali e, più in generale, di «Compliance», il servizio Legale e Compliance della Banca svolge funzioni preventive, di formazione del personale e di controllo volte ad assicurare che l’attività bancaria venga svolta nel pieno rispetto delle norme legali, delle direttive emanate dall’autorità di sorveglianza e delle raccomandazioni di categoria.